Glossario

  • Centro Operativo: E’ il principale punto di contatto e smistamento delle comunicazioni della Residenza; in genere coincide con il centralino e la portineria della Residenza
  • Coordinatore degli operatori (o primo operatore): coordina gli operatori socio sanitari del piano, nucleo o villa di riferimento ed è il primo punto di riferimento per i familiari per le attività quotidiane dell’ospite.
  • Coordinatore di Residenza: coordina tutto il personale e i servizi della Residenza; è a disposizione degli Ospiti e dei familiari per qualsiasi richiesta
  • Coordinatore del Servizio Infermieristico: coordina il personale sanitario non medico, supervisiona i piani assistenziali degli Ospiti, ed è a disposizione dei familiari per ogni questione che riguardi l’assistenza
  • Direttore di Residenza: è il Responsabile di governo della Residenza, della gestione del personale, delle relazioni con i gli Ospiti e i familiari, e dei rapporti con enti e istituzioni del territorio. E’ il garante dell’attuazione della Mission OIC nella propria zona di attività
  • equipe del care: equipe interdisciplinare composta da una squadra di professionisti del “prendersi cura” (infermieri, operatori sociosanitari, educatori, fisioterapisti, logopedisti e psicologi) che insieme valutano, operano, monitorano il benessere della singola persona. Un’equipe assistenziale nella quale ogni professionista è portatore di un contributo originale la cui valenza si potenzia però nel momento di sintesi con il contributo degli altri colleghi. Un’equipe che è quotidianamente supportata da tutte le altre persone che operano in OIC a livello periferico o centrale (personale di segreteria ed amministrativo, direttori di sede, cuochi di Residenza, volontari, direzione generale e specialisti di area)
  • Infermiere: pianifica l’assistenza dell’Ospite, in collaborazione con le altre figure professionali, e si occupa direttamente di alcune attività fra cui:
    • la somministrazione dei farmaci
    • medicazioni di varia natura
    • rilievi di parametri vitali
    • valutazione dello stato funzionale
  • Medico: E’ un professionista di Medicina Generale (Medico di Base) che, su indicazione dell’Ulss, da cui dipende, prende in carico l’assistenza medica di un certo numero di Ospiti (al massimo 60 per ciascun medico) assicurando la propria presenza nella residenza in base ai parametri stabiliti nella convenzione stipulata.
  • Operatore Socio Sanitario (O.S.S.) : si occupa dei bisogni di base dell’Ospite, in particolare lo aiuta nelle cure igieniche, nella vestizione, nella somministrazione dei pasti. Più in generale opera per favorire l’autonomia della persona Ospite
  • Piano Assistenziale Individuale (PAI): ciascun Ospite al momento dell’ingresso in Residenza viene preso in carico dalla ”equipe del care”, un team formato da diverse figure professionali (ad esempio: coordinatori, infermiere, fisioterapista, psicologo, operatore socio sanitario, educatore professionale, medico, ecc.. ) che si occupa di valutarne i bisogni assistenziali, psicologici e sociali. Le analisi individuali vengono poi sintetizzate in un unico progetto di intervento pensato per recuperare e/o mantenere il benessere psico-fisico del longevo accolto. Il piano individuale dell’Ospite viene periodicamente e costantemente aggiornato con parallela comunicazione ai familiari.
  • R. U. R. (registro unico residenzialità): è la graduatoria unica pubblica informatizzata dove sono inseriti i nominativi degli anziani peri quali l’U.V.M.D.ha stabilito l’ingresso nei servizi territoriali stabilendo il punteggio relativo (cioè ha completato la procedura S. Va. M. A.). Tutti gli anziani non autosufficienti per entrare nelle Residenze ed usufruire del contributo regionale devono quindi essere prima inseriti in questa graduatoria.
  • Stanza- Piano – Nucleo- Plesso- Villa: sono i nomi che identificano i diversi luoghi od ubicazioni all’interno della Residenza dove è accolto l’Ospite.
  • S. Va. M. A. (Scheda di Valutazione Multidimensionale dell’Anziano): è il documento che riassume la valutazione effettuata dalla U.V.M.D, determinando un profilo di autonomia che indirizzerà alla miglior soluzione assistenziale per l’accesso ai servizi territoriali. In estrema sintesi è il documento ufficiale che attesta lo stato di non autosufficienza della persona e la relativa gravità. Generalmente la procedura S.Va.M.A. è attivata per iniziativa del medico di base (o medico di medicina generale)
  • Ufficio Accoglienza: è il servizio dedicato a gestire i primi contatti con gli Ospiti ed i loro familiari, fornendo loro le informazioni di base sulle procedure per essere accolti in una Residenza OIC. Fornisce la modulistica necessaria alla presentazione della domanda di accoglimento. Assiste il familiare dell’Ospite nelle relazioni con enti ed istituzioni ( Ulss, comune, distretto, Inps, ecc..)
  • U. V. M. D. (Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale-anziani): è l’organo preposto ad indirizzare l’anziano al servizio più idoneo alle condizioni valutate. Tale organo, composto dal medico coordinatore del distretto, medico di base, assistente sociale, infermiere del distretto, è il responsabile della compilazione della della S.Va.M.A.