la struttura

Le Residenze Giubileo, realizzate nell’ambito delle iniziative per il Giubileo del 2000, rappresentano una delle risposte più complete ad una domanda multidisciplinare di assistenza. La struttura ospita funzioni specialistiche, socio-sanitarie di vario livello, articolandosi in due edifici:

  • Villa Pio XII, che si articola in:
    • una residenza sociosanitaria per circa 220 ospiti non autosufficienti, con particolare specializzazione nella gestione delle problematiche relative all’Alzheimer. Gli Ospiti vivono in stanze singole e a due letti con bagno attrezzato, aria climatizzata, presa TV, telefono impianto di chiamata e ogni comfort. Sono inoltre disponibili ampi spazi, locali eleganti e ben arredati, bar e servizi di animazione in modo da facilitare gli incontri, la socializzazione, le visite di parenti e amici
    • una “struttura intermedia” (gestita in partnership con l’USL16 di Padova) cioè un “Ospedale di Comunità” per l’assistenza post acuzie e la riabilitazione
    • un Nucleo N.A.I.S.S. (nucleo ad alta intensità sociosanitaria), gestita in partnership con l’USL16 di Padova e perno della rete dei servizi residenziali di questa organizzazione. Qui vengono accolte persone non in grado di proseguire la convalescenza presso il proprio domicilio
  • Villa Paolo VI, al cui interno sono disponibili circa 40 posti per persone in stato terminale (hospice) o di minima coscienza (coma vigile). Anche questa struttura è gestita in collaborazione con l’USL16 di Padova

La varietà e la complessità delle funzioni assistenziali offerte rendono questa residenza il primo vero modello di riferimento di country–hospital in Italia.

La Residenza Giubileo è forse la testimonianza più “forte” dell’impegno che la Fondazione OIC svolge a favore delle persone che si trovano in situazioni di particolare difficoltà e rappresenta quindi l’esempio più concreto e significativo dell’avvio di un nuovo processo culturale sul modo di aiutare e assistere non solo le persone malate ma anche i rispettivi familiari.