motori di relazione

Nel Civitas Vitae di Padova transitano ogni giorno circa 3.500 persone, tra chi ci lavoro, chi viene a trovare un amico un parente, chi fa sport o riabilitazione o viene per partecipare a qualcuno degli eventi in programma.

 E come avviene in ogni borgo, non sono comunque le strutture fisiche a dare vita alla comunità bensì le singole persone e le loro aggregazioni. Per questo motivo l’esperienza del Civitas Vitae è un quotidiano rinnovarsi grazie all’intreccio relazionale promosso anche da specifiche organizzazioni:

  • Agorà: un’associazione di longevi attivi quali civil servant per collaborare con istituzioni pubbliche e private in progetti che vanno dalla cultura dell’alimentazione al supporto a consumi e acquisti, dalla costruzione di reti intergenerazionali nelle scuole allo studio delle tecnologie informatiche, etc.. E’ lo sbocco operativo di quanti, per 6 mesi, sviluppano i percorsi di Terza Età Protagonista riservati ad over 65, che maturano la coscienza liberamente di dedicarsi agli altri con iniziative strutturate; ad esempio in questo senso, ha realizzato i corsi per la qualifica di amministratore di sostegno, una nuova figura giuridica nata per supportare in modo disinteressato persone longeve nella delicata fase del passaggio generazionale. Dal 2008 ha promosso la prima community online di longevi e gestisce un’innovativa mediateca digitale
  • Nonni del Cuore, gruppo di longevi soci di Agorà che hanno seguito uno specifico corso di oltre 600 ore per imparare ad interagire in modo pedagogicamente corretto (al di là cioè del naturale affetto) con bimbi ed adolescenti in modo da diffondere e allargare antropologicamente quel risultato di gioia e proprio dell’approccio nonno/nipote. Si occupano dell’animazione dei laboratori didattici del Museo del Giocattolo, dispecifiche attività all’interno del Centro Infanzia, dell’animazione dell’autodromo didattico e dell’Accademia dei Talenti con le finalità sopra descritte.
  • Comitato ospiti: organo di rappresentanza di Ospiti e familiari eletti nelle residenze della Fondazione OIC, con votazione democratica ogni sei anni, si dedica allo sviluppo delle relazioni tra strutture operative ed Ospiti: una sorta di ombudsman ante litteram, introdotto in OIC fin dal 1987 e solo nel 2001 reso obbligatorio dalla Regione Veneto.
  • VADA – Volontari Amici degli Anziani: unisce quanti, in spirito di solidarietà, si «spendono» a favore degli Ospiti per combatterne la solitudine, per supportare chi si trova in situazione fragile e delicata, per dare consistenza all’ideale di famiglia allargata caratteristico del modello Civitas Vitae.
  • Cilpress: cooperativa i cui soci, tutti over sessantacinque, concretizzano la loro carica imprenditoriale in attività di «relational service»: dall’accompagnamento in ospedale alla consegna di pasti a domicilio fino ad arrivare al Banco Ausili, un riferimento di gestione e riparazione di ausili per disabili realizzato insieme alla ong israeliana Yad Sarah
  • Civitas Vitae Sport Education: l’Associazione sportiva dilettantistica che gestisce il Palasport del Civitas Vitae ed organizza incontri e manifestazioni: dall’incontro con atleti olimpici al campionato di rugby in carrozzia fino all’evento podistico “corrixpadova”
  • Talentlab aps: l’associazione che gestisce gli spazi del Talentlab, sulla base di eventi riservati ai Soci e pubblici (dai seminari sul 3d printing ai Restart Party, dalle lezioni di cucina ai workshop musicali, dai Restart Party per la riparazione di vecchi PC ed elettrodomestici fino ai seminari sulle mind-map, ecc. ecc.)

Insieme a questi momenti strutturati, il Civitas Vitae collabora quotidianamente con tanti soggetti attivi nel territorio ed in particolare con il Consiglio di quartiere , le parrocchie, il Comune e la Provincia di Padova, il Centro Servizi per il Volontariato, diverse scuole primarie e secondarie, l’Università di Padova, il Museo Civico di Rovereto, l’Accademia di Arti Grafiche di Venezia nonché diverse imprese private.