fasi di sviluppo di una ICS

Costruire un Civitas Vitae non è un’impresa facile nè veloce, stanti le caratteristiche fondamentali del progetto. In particolare si tratta di costruire in primis una rete di collaborazione tra diversi attori nella quale ognuno porti la propria esperienza e know-how: chi la competenza immobiliare, chi il radicamento nel territorio, chi la capacità di gestire a regime organizazioni complesse.

Dal punto di vista metodologico la Fondazione OIC onlus ha identificato 5 passaggi fondamentali in questo percorso

  1. scouting: la prima fase di ricerca dei partner ed in particolare delle aree dove è necessario ed opportuno impiantare un Civitas Vitae. Per maggiori informazioni e segnalazioni è possibile scrivere a scouting@civitasvitae.it
  2. structuring: qui si tratta di definire nel dettaglio quali e quanti elementi del format debbano essere utilizzati, considerando che il Civitas Vitae è un’infrastruttura che si deve integrare perfettamente con l’ambiente circostante, un’integrazione che parte dagli aspetti paesaggistici per arrivare a quelli sociali, normativi, ambientali, ecc.
  3. fund raising: la raccolta dei fondi e dei partner interessati allo sviluppo. La Fondazione OIC onlus non si occupa di attività immmobiliari ma di assistenza alle persone longeve e fragili. Mette però a disposizione  dei partner la propria capacità aggregativa e  l’esperienza di gestione di situazioni complesse. Sono di volta in volta i partner operativi a tirare le fila di questa fase
  4. development: la costruzione vera e propria degli immobili, facendo tesoro della plurinennale esperienza della Fondazione OIC onlus nell’identificazione e miglioramento delle prassi abitative ed urbanistiche
  5. management: la gestione quotidiana del Civitas Vitae, visto come una frontiera evolutiva delle migliori esperienze di social housing