Primo anniversario della morte di Angelo Ferro

La comunità della Fondazione Opera Immacolata Concezione lo ricorda con una celebrazione alle 17.15 presso la chiesa di Maria Madre di Dio alla Civitas Vitae

Ricorre lunedì 13 marzo il primo anniversario della morte del prof. Angelo Ferro, venuto a mancare all’età di 78 anni dopo una vita spesa tra l’impegno professionale – come docente universitario e come imprenditore – e l’impegno civile e sociale.

La sua scomparsa ha lasciato un grande vuoto nella comunità della Fondazione Opera Immacolata Concezione Onlus, realtà che presiedeva con carisma ed un entusiasmo trascinante da oltre dieci anni e nell’ambito della quale aveva perseguito grande sogno di una società inclusiva e intergenerazionale creando la Civitas Vitae, una città nella città in cui le generazioni si incontrano e in cui le persone fragili vengono valorizzate e rimesse al centro.

 

Ad un anno dalla sua dipartita la comunità della Fondazione OIC lo ricorda con una celebrazione che si svolgerà alle 17.15 presso la chiesa di Maria Madre di Dio alla Civitas Vitae, in via Toblino 51.

 

“Ricordare Angelo Ferro significa rinnovare l’entusiasmo e la tenacia che lui stesso ci ha trasmesso per realizzare i tanti progetti che ci ha lasciato in eredità – afferma Andrea Cavagnis, presidente della Fondazione OIC Onlus – grazie ai valori che lo hanno guidato ed alle opere che ha saputo realizzre, oggi c’è una comunità unita e coesa pronta proseguire il suo cammino e a portare a compimento quello che lui aveva iniziato”.